NORME TECNICHE: CONVENZIONE TRA IL CEI (COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO) E CNI

Facendo seguito all’importante accordo stipulato nei mesi scorsi con l’UNI (Ente Italiano di Normazione), il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha deciso di avviare una più stretta collaborazione anche con il CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano), l’ente preposto all’elaborazione di norme tecniche nel campo dell’elettronica, dell’elettrotecnica e delle telecomunicazioni.

In qualità di Socio del CEI, il CNI ha la possibilità di ottenere condizioni particolarmente vantaggiose per la sottoscrizione dell’abbonamento alle Norme CEI. La raccolta delle Norme CEI comprende 6.219 pubblicazioni in costante e continuo aggiornamento, per un valore di copertina totale pari a 362.678 euro.

L’abbonamento alla raccolta completa (CEI Electra Omnia S001) ha un prezzo di riferimento, per singolo utente, pari a 7.800 euro per il primo anno e pari a 4.680 euro per gli anni successivi.

L’offerta del CEI riservata agli iscritti agli Ordini degli Ingegneri è in funzione del numero totale di abbonati, si raccomanda quindi una attenta considerazione di questa opportunità a tutti gli interessati ; il prezzo dell’abbonamento annuale è pari a 400 euro, per un numero di abbonati compreso tra 500 e 999 unità, e decresce fino ad un prezzo di 40 euro per un numero di abbonati pari o superiore alle 10.000 unità.

Al fine di verificare la disponibilità ad aderire a questo servizio degli iscritti all’Albo, il Centro Studi del CNI ha approntato un rapido questionario che tutti sono invitati a compilare. L’operazione richiede pochi secondi ed è possibile effettuarla collegandosi al link:

http://www.centrostudicni.it/pubblicazioni/ricerche/1153-accesso-alle-norme-cei-norme-tecniche-nel-campo-dell-elettronica-dell-elettrotecnica-e-delle-telecomunicazioni

 

Processo Civile Telematico

Si segnala la Circ. n. 447 del CNI di interesse per tutti coloro che operano o che devono iscriversi al PCT (Processo Civile Telematico), che va ad aggiungersi alle precedenti Circ. n. 380/2014 e 397/2014 sull’argomento.

Alla Circolare (scaricabile al link sotto riportato) è allegata copia del manuale “Guida al Processo Civile Telematico” che illustra puntualmente le procedure per effettuare la necessaria registrazione da parte dei CTU della propria PEC al RegInde per operare nell’ambito del PCT.

A tal proposito si precisa agli interessati che l’iscrizione al RegInde è il primo passo da effettuare e non comporta in automatico l’iscrizione al PCT, per la quale è richesta un’ulteriore e successiva procedura (si veda in merito la circ. CNI n. 380 – si veda qui sotto – , alle pagine 3 e 4, ove viene specificata la differenza tra RegInde e PCT).

Rimangono valide tutte le circolari relative all’argomento già spedite agli iscritti. Si ricorda, come già specificato nella circolare n. 13/2014 del 24 novembre 2014, che entro il 3 dicembre p.v. è necessario comunicare alla Segreteria chi è iscritto al P.C.T. per poter fornire l’elenco dettagliato al Tribunale di Novara.

Chiunque non fornisse la propria posizione non potrà essere segnalato al Tribunale di Novara.

link circolare Cni 447:

CircolareCNI-447

link circolare Cni 380:

CircolareCNI-380_PCT

 

Fatturazione elettronica alla Pubblica Amministrazione

Il Consiglio Nazionale Ingegneri, con lo scopo di facilitare agli iscritti l’accesso ai servizi di fatturazione elettronica, ha effettuato un’indagine di mercato in questo settore che si presenta del tutto innovativo.

Tale indagine è stata finalizzata ad acquisire alcune proposte di convenzione che facendo leva sulla numerosità potenziale dei clienti, potevano essere prospettate a condizioni economiche più vantaggiose di quelle ordinariamente e singolarmente reperibili sul mercato.

Per ulteriori informazioni si riporta il link al testo della circolare del CNI

Circolare CNI n. 453 del 21 novembre 2014

all.offertefatturazione

 

Formazione professionale continua – Modello per l’autocertificazione fino a 15 CFP

Il CNI ha trasmesso la Circolare n. 449 del 19/11/2014, con la quale ci informa sulle modalità di presentazione dell’istanza degli iscritti agli albi per il riconoscimento dei 15 CFP dovuti ad aggiornamento informale legato all’attività professionale svolta nell’anno precedente, ai sensi dell’art 5 e tabella A del “Regolamento per l’aggiornamento della competenza professionale”, approvate dal CNI nella seduta del 12 novembre 2014.

L’invio dell’istanza sarà consentito secondo le tempistiche individuate dal CNI e sarà gestito in tutte le sue fasi attraverso il portale dedicato alla formazione del CNI  www.mying.it.

L’autocertificazione NON deve essere spedita all’Ordine.

Per compilare l’istanza è necessario disporre di credenziali personali che verranno rilasciate dal portale attraverso una apposita procedura di registrazione. La procedura di registrazione richiede di disporre obbligatoriamente di indirizzo PEC ed email personale, per validarne l’invio.

 

Regione Piemonte – aggiornamento procedure prevenzione rischio sismico

E’ pervenuta da parte della Regione Piemonte – Direzione Opere Pubbliche e Difesa del Suolo, la segnalazione che a far data dal 1° ottobre p.v. entreranno in vigore le nuove procedure attuative di gestione e controllo delle attività urbanistico-edilizie ai fini della prevenzione del rischio sismico. Sono state individuate alcune strutture quali “Competenti Uffici Tecnici della Regione” ai sensi del Titolo IV, parte II, capo IV del DPR 380/2001.

> scarica la comunicazione: AGG. PROCEDURE DI CONTROLLO

Testata “Ingenio”

Si informano gli iscritti che l’Ordine ha siglato un accordo con la testata INGENIO, grazie al quale  ogni iscritto può abbonarsi gratuitamente al MAGAZINE DIGITALE INGENIO collegandosi all’indirizzo: http://www.ingenio-web.it/VerificaMailRegistrazione.php

L’accordo prevede anche che INGENIO darà diffusione alle comunicazioni più importanti dell’Ordine.

Chiarimenti in merito a pagamenti mediante POS

Chiarimenti in merito all’obbligo per i Professionisti di accettare anche pagamenti con carte di debito (bancomat) e prime considerazioni sui contenuti dello Schema di decreto attuativo elaborato dal Ministero dello Sviluppo economico.

Si invitano tutti gli interessati a visionare il documento che contiene i primi rassicuranti chiarimenti da parte del Consiglio Nazionale a riguardo.

> Link alla Circolare CNI 314/2014