Quota associativa

Il Consiglio dell’Ordine stabilisce il contributo annuale dovuto dagli iscritti (quota associativa) per il funzionamento dell’Ordine e le modalità di riscossione del contributo medesimo. Tale quota di iscrizione è comprensiva anche del contributo per il funzionamento del Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

Il resoconto di tutta l’attività economica, cioè il bilancio, viene distribuito e approvato in sede di Assemblea annuale.

Il mancato pagamento della quota di iscrizione “dà luogo a giudizio disciplinare”. “Coloro che non adempiono al versamento possono essere sospesi dall’esercizio professionale, osservate le forme del procedimento disciplinare” (Artt. 18 – 37 – 50 del R.D. 23.10.1925 n. 2537)

La quota di iscrizione è intesa per anno solare e non è frazionabile e per l’anno 2016 ammonta ad Euro 190,00.

L’ingegnere che presenta per la prima volta la domanda di iscrizione all’Ordine di Novara, deve attendere di ricevere la lettera di notifica di avvenuta iscrizione prima di effettuare il versamento della quota associativa. Sulla lettera, che viene inviata per raccomandata a.r. all’indirizzo di residenza del nuovo iscritto, sono indicati gli estremi per effettuare il bonifico bancario.

Gli ingegneri iscritti all’Ordine da almeno un anno, invece, potranno effettuare il pagamento della quota con le seguenti modalità, rispettando la scadenza fissata per il 2015 al 28 febbraio:

  •  con bollettino MAV, presso un qualsiasi sportello bancario sull’intero territorio nazionale. Il servizio è gratuito e quindi non viene chiesta nessuna commissione da parte della banca.
  •  con bollettino MAV, via internet banking, per i clienti aderenti al servizio fornito dalla propria banca. In tal caso, disponendo del bollettino MAV, l’iscritto dovrà riportare il codice identificativo, togliendo il primo zero indicato all’inizio del numero di MAV.
  •  senza bollettino MAV, con bonifico bancario intestato all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Novara, utilizzando l’IBAN: IT25K0569610100000006020X13:
  •  senza bolllettino MAV, in contanti presso gli Uffici della Segreteria dell’Ordine, negli orari di apertura al pubblico. La Segreteria, in tal caso, rilascerà regolare ricevuta valida ai fini fiscali.

Si comunica che l’Ordine, essendo un Ente di diritto pubblico non economico, non è soggetto a partita i.v.a., pertanto non può emettere fattura.